facebook

Team Building: costruire un gruppo di lavoro

Team Building

Breve approfondimento sul team building, fattore determinante per assicurare le probabilità di successo di ogni iniziativa, al pari di motivazione e orientamento delle persone.

Team BuildingA partire dalla costruzione della squadra, il ciclo di vita di ogni team è caratterizzato da varie fasi e per ognuna di esse esistono le modalità di gestione ideali. Per questo le capacità di team building sono un fattore determinante per assicurare le probabilità di successo di ogni iniziativa, al pari delle capacità di motivazione ed orientamento delle persone.

Il coinvolgimento delle persone aumenta le prestazioni e la qualità del lavoro, il livello di soddisfazione, e l’utilizzo della creatività nascosta tra le pieghe delle relazioni tra i componenti del team.


Potrebbe interessarti anche:

L’approccio al team building

Il processo di trasformazione sollecitato dal team building conduce i partecipanti lungo un percorso di acquisizione di consapevolezza di sé, dei propri stati emotivi, delle proprie credenze, motivazioni, obiettivi, risorse e competenze. Questo favorisce la creazione di consapevolezza sul proprio modo di relazionarsi con il gruppo, favorisce un forte senso di appartenenza ed integrazione ed affiatamento con il gruppo, e crea un clima positivo.

Inoltre, il team building stimolare il cambiamento e lo sviluppo delle proprie competenze, spingendo i componenti del team a lavorare sulle abilità e sulle competenze specifiche, da quelle metodologiche a quelle relazionali.

Team Working e Team Building 4

Le 16 Regole di base per effettuare un efficace Team Building

  1. Cominciare subito.
  2. Non fermarsi.
  3. Reclutare i migliori elementi.
  4. Assicurarsi che il gruppo comprenda tutte le persone necessarie.
  5. Non costringere le persone che non desiderano collaborare.
  6. Accordo sulle azioni principali.
  7. Riconoscere ma tenersi fuori dalle politiche di gruppo.
  8. Project Manager come esempio da seguire.
  9. Il lavoro di gruppo non può essere imposto.
  10. Non esitare a delegare.
  11. Non cercare di influenzare.
  12. Riesaminare l’efficacia regolarmente.
  13. Cercare i “disturbatori”.
  14. Il team building richiede tempo.
  15. Pianificare ed usare i processi di team building.
  16. Non avere paura di chiedere aiuto.

Metodo per l’impostazione di un lavoro di gruppo

L’impostazione alla base di un lavoro di gruppo segue un metodo che inizia con la fase di definizione degli obiettivi. In seguito si avvia un’analisi dei fattori che compongono l’obiettivo e dei problemi che generano impedimento. Per finire, si individuano delle soluzioni che verranno attuate e valutate dopo l’intervento.

Team Working e Team Building 5

Esempi di indicatori comportamentali della competenza team

  • Conquista l’attenzione del gruppo, motiva, incoraggia.
  • Assume con sicurezza il ruolo di guida/riferimento.
  • Coordina, suddivide il lavoro assegna i ruoli, chiarisce i compiti.
  • Pianifica il lavoro, controlla i tempi, chiede quanto manca.
  • Fa convergere i singoli verso l’obiettivo di gruppo.
  • Sa dare feedback costruttivi, riconosce comportamenti funzionali e sottolinea quelli non funzionali al raggiungimento dell’obiettivo.
  • Sostiene chi è in difficoltà.
  • Partecipa attivamente al lavoro di gruppo, esprime pareri/idee, è operativo, non si defila.

Il Leader

In un gruppo, il leader è colui che, in modo formale o informale (leader naturale), ricopre un ruolo di comando o direzione, capace di influenzare i membri del gruppo con lo scopo di perseguire gli scopi comuni. Il ruolo del Leader nella gestione del Team è quello di riuscire a mantenere l’equilibrio tra:

  • Bisogno di equilibrio
  • Bisogni individuali
  • Bisogni di gruppoTeam Working e Team Building 6

La comunicazione come strumento per il team building

Una comunicazione efficace è importante nella creazione di un gruppo di lavoro. Rivestirà particolare importanza l’attività rivolta a motivare ogni membro del team ad esprimersi in modo chiaro per poter collaborare con gli altri membri del gruppo. Le capacità che ogni membro del gruppo dovrebbe sviluppare sono:

  • Esporre: essere chiari, essere completi, esporre in modo logico e ordinato.
  • Ascoltare: lasciare parlare, dimostrare attenzione e coinvolgimento, verificare di aver capito.
  • Convincere: suscitare interesse ed attenzione, essere persuasivi, ottenere consenso.
  • Rispondere: rimanere aderenti al tema, adattare il linguaggio all’interlocutore, risolvere dubbi e incertezze.

Team Working e Team Building 7

 

Tipologia di attività di Team Building

Le attività Indoor vengono svolte in aula con l’aiuto di small techniques (tecniche brevi) che prevede la partecipazione dei singoli soggetti in gioco di ruolo, visione di filmati, case-history, discussioni, business game.

Le attività Outdoor vengono invece svolte fuori dall’aula e sfruttano le metafore derivabili dai principi dei giochi di squadra. Per rendere efficaci e formative queste attività è necessario che ogni esperienza venga seguita da un momento di riflessione (de-briefing) in cui si raccolgono i feedback dei partecipanti. Questo aiuta i membri del team ad associare gli insegnamenti dell’esperienza vissuta con la realtà del proprio gruppo di lavoro. Le fasi dell’outdoor training management prevedono:

  1. Definizione degli obiettivi: definizione gli obiettivi dell’intervento formativo insieme ai responsabili aziendali (individuazione dei comportamenti target).
  2. Progettazione del percorso di sviluppo: modalità e contesto ambientale in cui operare, sequenza e tipologia delle attività (metafore agite).
  3. Realizzazione dell’esperienza in outdoor training: esperienza seguita da riflessione individuale e di gruppo.
  4. Follow-up: definizione, attuazione e monitoraggio del piano di sviluppo individuale.

Team Working e Team Building 8

Gli elementi che rendono l’ Outdoor Management Training particolarmente efficace sono, l’avventura, la concretezza, la metafora, il committment e l’osservazione. Il principio di funzionamento di un percorso di Outdoor Management Training prevede quindi:

  • Azione: Coinvolgimento concreto in situazioni che metaforizzano la realtà e che implicano le competenze target definite:
    • Team working
    • Leadership
    • Comunicazione
  • Riflessione: de-briefing a caldo, feedback, confronto e discussione sui vissuti cognitivi ed emotivi dell’esperienza.
  • Definizione di modelli concettuali: ricavare dei modelli di riferimento che facilitino l’applicazione dell’apprendimento al proprio contesto professionale.

Clicca qui per maggiori informazioni sull’argomento.

etichette

Carrello

Cerca per argomento