facebook

Gruppo di processi di Monitoraggio e Controllo del Project Management

Gruppo di processi di Monitoraggio e Controllo del Project Management

Il Gruppo di processi di Monitoraggio e Controllo del Project Management vengono utilizzati per monitorare, misurare e verificare le prestazioni del progetto, al fine di identificare gli scostamenti dal piano, e di attuare le opportune misure correttive.

Gruppo di processi di Monitoraggio e Controllo del Project Management

I processi di Monitoraggio e Controllo del Project Management comprendono il monitoraggio, la misurazione e la verifica delle prestazioni del progetto, al fine di identificare tempestivamente gli scostamenti dal piano, e di attuare, ove necessario e possibile, adeguate misure correttive.

Principio del sistema di controllo - processi di Monitoraggio e Controllo del Project Management

Con riferimento alle linee guida dettate dalla UNI ISO 21500, i processi di controllo “vengono impiegati per monitorare, misurare e controllare le prestazioni del progetto rispetto ai piani, in modo che possano essere prese azioni correttive e preventive, nonché possano essere attivate richieste di modifiche, laddove necessario, per mettere in grado il progetto di raggiungere i propri obiettivi.”


Potrebbe interessarti anche:

Per la UNI ISO 21500, i processi di controllo sono:

  • controllare il lavoro di progetto
  • controllare le modifiche
  • controllare l’ambito
  • controllare le risorse
  • gestire il gruppo di progetto
  • controllare il programma temporale
  • controllare i costi
  • controllare i rischi
  • effettuare il controllo di qualità
  • amministrare gli approvvigionamenti
  • gestire le comunicazioni

Azione di controllo di un progetto

L’azione di controllo di un progetto si articola in una serie di passi successivi e iterativi che, nell’ordine, consistono sostanzialmente in:

  • rilevazione dei dati effettivi di avanzamento (monitoraggio)
  • confronto tra i valori rilevati e quelli pianificati (baseline) alla data di avanzamento
  • evidenziazione e analisi degli eventuali scostamenti, e delle performance, del progetto
  • individuazione delle cause che hanno comportato gli eventuali scostamenti
  • ridefinizione, se necessaria, delle stime a finire
  • ripianificazione del progetto con riferimento ai tempi, ai costi, alle risorse e all’aderenza dei deliverable ai requisiti attesi
  • verifica del mantenimento dei criteri di successo del progetto.

Controllo di progetto e l’aggiornamento della baseline

L’oggetto e l’intervento del controllo può riguardare diversi aspetti, sia temporali, che economici, che qualitativi, ma anche legali e contrattuali.

L’eventuale ridefinizione delle stime e del piano di progetto può comportare, ma non necessariamente, la ridefinizione della baseline di progetto (aggiornamento): l’aggiornamento della baseline resta, comunque, dipendente da una precisa attività di “controllo della configurazione”, in relazione al processo e alle procedure per questo individuate.

Una delle tecniche più utilizzate per il controllo di progetto è l’Earned Value.

Ciclo PDCA (Plan-Do-Check-Act)

Alcuni studiosi distinguono il termine monitoraggio dal termine controllo:

  • per monitoraggio si intende la semplice rilevazione contabile dei dati di avanzamento
  • per controllo si intende l’analisi critica degli scostamenti, l’elaborazione delle proiezioni a finire e l’attivazione delle azioni correttive, secondo il paradigma (mutuato dalla qualità) denominato ciclo PDCA (Plan, Do, Check, Act), detto anche ciclo di Deming.

PDCA - Ciclo di Deming - Gruppo di processi di Monitoraggio e Controllo del Project Management

Il ciclo PDCA si articola in 4 passi iterativi:

  • Plan: si pianifica l’intervento o l’azione di miglioramento da compiere
  • Do: si mette a punto quanto pianificato
  • Check: si verifica quanto implementato, e si valuta la bontà dell’intervento correttivo, con l’eventuale affinamento dell’intervento stesso, se necessario
  • Act: si mette in produzione l’intervento correttivo, si individuano eventuali successive azioni di miglioramento e ci si predispone per l’avvio di un ciclo successivo.

Il passo Do può assumere diverse forme in relazione al contesto, e può anche prevedere lo sviluppo di un prototipo, o l’effettuazione di un intervento pilota.


Clicca qui per scaricare la raccolta di 15 strumenti di Project Management su Excel o scegli qui sotto una dei nostri pacchetti in offerta!




Sei interessato? Iscriviti gratuitamente alla newsletter!



Clicca qui per scaricare la raccolta di 15 strumenti di Project Management su Excel o scegli qui sotto una dei nostri pacchetti in offerta!


Carrello

Cerca per argomento