facebook

Contributo a fondo perduto per l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili per autoconsumo

Contributo a fondo perduto per l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili per autoconsumo

14 Aprile 2018 Bandi e opportunità di finanziamento 0
FEASR PSR Lazio - Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale 2014 2020 PSR Programma di Sviluppo Rurale Lazio

La regione Lazio, intende dare attuazione ad azioni finalizzate al miglioramento energetico – ambientale degli edifici pubblici.

Area Geografica Lazio
Scadenza 24/04/2018
Beneficiari Ente pubblico
Settore Pubblico
Spese finanziate Consulenze/Servizi, Risparmio energetico/Fonti rinnovabili, Opere edili e impianti
Agevolazione Contributo a fondo perduto

Soggetti beneficiari

Possono presentare la candidatura:

-Comuni

-Provincie

-Comunità Montane

-Enti di gestione delle aree protette regionali e provinciali

I soggetti proponenti devono essere proprietari degli immobili oggetto della richiesta di contributo ed inoltre devono essere proprietari dell’immobile anche nel caso di gestione associata del servizio/servizi svolti all’interno dell’immobile oggetto del contributo.

Tipologie di spesa ammissibili

Le spese ammissibili riguardano:

-Spese per progettazione,studi,relazioni specialistiche,rilievi, accertamenti, indagini preliminari,diagnosi energetiche e attestati di prestazione energetica,espropri definitivi delle aree o per occupazione temporanea, redazione dei piani della sicurezza in fase di progetto e di cantiere, direzione lavori, sicurezza e collaudo, spese tecniche relative alle conferenze di servizi, spese per attività tecniche e amministrative, di supporto al responsabile del procedimento, e di verifica e validazione, spese di gestione della gara appalto, spese previste nella normativa nazionale vigente in materia di appalti pubblici qualora direttamente legate all’operazione e necessarie per la loro preparazione o esecuzione;

-Spese per l’esecuzione dei lavori e in particolare lavori a misura, a corpo e in amministrazione diretta per la realizzazione degli interventi, nei limiti previsti dalla normativa vigente,comprese le spese di ristrutturazione e miglioramento dei beni immobili, le spese relative ad opere murarie, edili e di scavo per la realizzazione delle reti di distribuzione, e le spese relative alle forniture di materiali ed impianti;

-Oneri della sicurezza non soggetti a ribasso d’asta;

-Spesa per la garanzia fideiussoria;

-Spese impreviste ( fino al massimo del 5 dell’importo complessivo dei lavori);

-IVA realmente ed effettivamente sostenuta dal beneficiario e solo se non recuperabile, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente.

Entità e forma dell’agevolazione

Per il finanziamento delle domande di sostegno sono stati stanziati complessivamente 3.500.000,00€. Il limite massimo dell’intervento ammissibile all’aiuto è il seguente;

-costo totale fino a 300.000,00€,comprensivo di IVA, per gli interventi relativi alle reti di teleriscaldamento e tele raffreddamento.

– costo totale fino a 200.000,00€,comprensivo di IVA, per le altre tipologie di intervento relative all’efficientamento energetico e all’impiantistica.

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale e l’intensità dell’aiuto è pari al 100% della spesa ammissibile.

Scadenza

Proroga termini per la presentazione delle domande al 24 aprile 2018

Fonte Contributi Europa