facebook

Cassa Forense, finanziamento per avvocati under 35

Cassa Forense, finanziamento per avvocati under 35

20 Luglio 2020 Bandi e opportunità di finanziamento Servizi, No Profit 0
Cassa Forense - Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense

Cassa Forense: finanziamento a tasso agevolato in favore di giovani avvocati under 35.

  • Area Geografica: Italia

  • Scadenza: Fino ad esaurimento fondi

  • Beneficiari: Persona fisica

  • Settore: Servizi/No Profit

  • Spese finanziate: Consulenze/Servizi

  • Agevolazione: Finanziamento a tasso agevolato

PRATICA DIFFICILE

Pratica complessa, da curare con supporto di un consulente

Descrizione completa del bando

Cassa Forense, nell’ambito delle prestazioni a sostegno della professione previste nel Regolamento per l’erogazione dell’assistenza, ha indetto, anche per l’anno 2020, un bando per l’erogazione di prestiti per un importo da € 5.000,00 ad € 15.000,00 con rimborsabilità fino a 5 anni, in favore dei giovani avvocati infratrentacinquenni, iscritti alla Cassa.

Tale iniziativa è volta a facilitare l’accesso dei giovani avvocati, nei primi anni di esercizio dell’attività professionale, al mercato del credito, al fine di poter far fronte alle spese di avviamento dello studio professionale.

Soggetti beneficiari

Hanno titolo per beneficiare dell’iniziativa gli iscritti alla Cassa, esclusi i praticanti, che non abbiano compiuto il 35° anno di età alla data di presentazione della domanda e che non abbiano già beneficiato delle agevolazioni previste in forza dei medesimi bandi indetti negli anni 2017, 2018 e 2019.

Entità e forma dell’agevolazione

L’intervento della Cassa per i prestiti erogati sulla base del presente bando consiste, fino ad esaurimento del fondo stanziato di seguito indicato, nell’abbattimento del 100% degli interessi passivi in favore di tutti gli iscritti alla Cassa e nella garanzia fideiussoria limitatamente ai professionisti con reddito netto professionale dichiarato nell’ultimo inferiore ad € 10.000,00.

Le caratteristiche del prestito sono:

  • un tasso nominale annuo fisso pari all’IRS lettera di periodo corrispondente alla durata del prestito concesso (ovvero uno, due, tre, quattro e cinque anni) maggiorato di uno spread pari al 3,50%;
  • un limite minimo di capitale concesso in prestito pari ad € 5.000,00 ed un massimo pari ad € 15.000,00 per iscritto;
  • una durata di 12, 24, 36, 48 o 60 mesi;
  • la periodicità rata mensile;
  • spese di istruttoria una tantum pari ad € 35,00 a carico del richiedente;
  • nessuna spesa per incasso rata; – estinzione anticipata possibile in qualsiasi momento senza l’applicazione di alcuna penale;
  • delibera a insindacabile giudizio di Banca Popolare di Sondrio;
  • oneri fiscali, all’atto dell’erogazione sarà trattenuta l’imposta sostitutiva pari allo 0,25% del capitale erogato.

Per l’attuazione è stato previsto uno stanziamento annuo da parte della Cassa, pari, per l’anno 2020, ad € 1.000.000,00 per il pagamento degli interessi passivi relativi all’intera durata del prestito e di € 2.500.000,00 per la garanzia fidejussoria.

Scadenza

La domanda può essere presentata fino ad esaurimento fondi e comunque non oltre il 30 ottobre 2020.

 

 

Lascia un commento